UNA DONNA, UNA TENUTA ED UN VITIGNO AUTOCTONO: GIULIA ALLEVA

E’ un vitigno autoctono, dal color cerasuolo, con profumi di geranio e rosa canina, e il tannino accentuato: è il Grignolino.

Grignolino d’Asti DOC “Arlandino” e Giulia Alleva della Tenuta Santa Caterina.

Il Grignolino d’Asti DOC “Arlandino”

Il Grignolino d’Asti DOC “Arlandino” ha un color buccia di cipolla intenso che tende all’aranciato, con profumi di petali di rosa, piccoli frutti e lontani sentori speziati.

In bocca è protagonista il tannino, scalpitante e ben bilanciato da freschezza e note minerali.

Va servito fresco, a 14° circa, può essere abbinato alle carni bianche o rosse, alla cruda battuta al coltello o ad una ricca zoupe de poisson.

 

Giulia Alleva della Tenuta Santa Caterina

 

Giulia Alleva è una giovane imprenditrice.

Dopo la laurea in giurisprudenza cum laude, consegue il diploma di sommelier AIS di terzo livello, decidendo di occuparsi, dal 2013, a tempo pieno dell’azienda vitivinicola di famiglia.

Nel 2016 è entrata a far parte del CDA dell’Associazione Giovani Imprenditori del Vino e recentemente ha superato l’esame di primo livello del prestigioso Institute of Masters of Wine di Londra.

“Un giorno dell’anno 2014, -racconta Giulia Alleva-, ci arriva la comunicazione in azienda che eravamo stati selezionati tra le 20 cantine che sarebbero state in degustazione durante il tasting “Discover new Italy” nell’ambito del Symposium del Master of Wine a Firenze.

E’ così che sono entrata in contatto per la prima volta con i MW e dopo aver partecipato alla degustazione del Symposium ho deciso che volevo approfondire la mia conoscenza di questo prestigioso istituto e mi sono iscritta per curiosità alla Masterclass che viene organizzata ogni anno in Italia.

Quasi per scherzo ho fatto il test d’ingresso alla fine del weekend di studio…e l’ho passato!

Da qui è iniziato un nuovo percorso professionale che ha cambiato la mia vita nel mondo del vino.

Per raggiungere tale obiettivo ho seguito un ideale, raccolto nelle parole di Confucio:

Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la tua vita” questo è stato anche l’insegnamento di mia madre che mi ha insegnato a non mollare mai e a sorridere sempre alla vita.”

 

 

La Tenuta Santa Caterina è stata acquisita dalla famiglia Alleva, originaria del territorio, nel 2000.

L’azienda vinicola, in attività dal 1737, è sita in Grazzano Badoglio, nel centro del Monferrato Astigiano, e dispone di 80 ettari di terreno di cui 20 coltivati a vigneto, mentre la struttura si avvale di un Relais di charme con suites e ampi spazi di estrema eleganza con servizio di B&B.

Nei vigneti troviamo coltivazioni di vitigni autoctoni, Barbera, Grignolino, Freisa e Nebbiolo, mentre a bacca bianca si trovano vitigni internazionali come lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc, mentre la coltura è quella basata sulla simbiosi, cioè sullo scambio di elementi tra pianta e terreno, attraverso particolari colonie di funghi sotterranei detti micorrize.

Tale coltura mantiene la fertilità del terreno aumentando l’apparato radicale di oltre seicento volte e facilitando lo scambio di sostanze utili reciprocamente.

 

Tenuta Santa Caterina – Grazzano Badogliowww.tenuta-santa-caterina.it 

tenuta santa caterina and private house of gianguido alleva, grazzano badoglio,piedmont,italy

Condividilo con i tuoi amici
Share on Facebook
Facebook
Email this to someone
email
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Print this page
Print

Lascia un commento

Importante

Questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza periodicità, non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet, e pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo qui per la rimozione.
Il materiale pubblicato in questo sito è per la maggior parte protetto da copyright.