SILVIA CASTAGNETO E IL SUO GRIGNOLINO D’ASTI DOCG

E’ un vitigno autoctono, dal color cerasuolo, con profumi di geranio e rosa canina, e il tannino accentuato: è il Grignolino.

“Gavrel” Grignolino d’Asti DOC e Silvia Castagnero dell’azienda Agricola Silvia Castagnero.

Gavrel Grignolino d’Asti DOC

Il Grignolino d’Asti doc “Gavrel” è il rosso che meglio esprime il carattere di noi monferrini con quei suoi tannini spiccati e quel profumo misto di rosa canina, frutti di bosco, salvia, spezie e frutta secca.

È perfetto con il pesce: il caciucco, la pasta con le sarde, le acciughe fritte e il baccalà. Ottimo con il fritto misto alla piemontese e i salumi.


Gavrel significa Gabriele in yiddish.”

Silvia Castagnero dell’azienda Agricola Silvia Castagnero

Silvia Castagnero

“Ho ereditato l’azienda da papà Giuseppe, che amava la Barbera e faceva il vino per passione.
La scritta “A te” su alcune etichette è una dedica a lui per aver mantenuto la promessa fatta da Giovanni di continuare ad accudire le vigne di Agliano Terme. Oltre alla cantina, abbiamo il birrificio – sono anche una donna della birra – e l’agriturismo aperto nel 1994 dopo aver ristrutturato la cascina di “Mimma”, Irma Bosco, la mia nonna acquisita per parte paterna, generazioni di contadini alle spalle.

Mi sono sempre occupata di metalmeccanica, dirigendo un’impresa nel Torinese.
Il mio è un cammino dalla metalmeccanica alla vigne! Ricordo l’emozione di quando ho trovato un vecchio quaderno di ricette di mia nonna. Sono quelle che ancora oggi hanno più successo.
Teresa, mia nonna materna, è la donna che da sempre ho ammirato: ci sapeva fare con la gente e negli affari.
Nella vita non ho un motto ma un pensiero…. Presto che è tardi.
Me lo ricorda mio marito, perché dice che sono sempre agitata!
La scritta “A te” su alcune etichette è una dedica a lui per aver mantenuto la promessa fatta da Giovanni di continuare ad accudire le vigne di Agliano Terme. Oltre alla cantina,

L’azienda agricola è nel cuore dei paesaggi vitivinicoli di Monferrato e Langa-Roero riconosciuti Patrimonio dell’Umanità Unesco. Accanto a Silvia lavorano il fratello Giovanni, il marito Daniele Nori e il genero Gabriele Ormea.
“Oggi abbiamo 13 ettari di terreno di cui otto a vigneto, il restante coltivati a frutta, nocciole, bosco e 2 ettari di campi di orzo e canapa per la produzione della birra agricola Edfil.
La nostra non è solo un’azienda vitivinicola, ma anche un birrificio agricolo e un agriturismo. Si coltivano e si producono solo vitigni autoctoni: Barbera d’Asti, Grignolino d’Asti, Cortese.
La produzione annuale oggi è di circa 15-20 mila bottiglie e con i nuovi impianti, il potenziale salirà ad oltre 50 mila bottiglie. La “Casa del Bric” (la casa del bricco) dove si trova la cantina attorniata da vigneti, è nel punto più alto del comune di Agliano, oltre i 250 metri sul livello del mare.
La «vigna d’la cioca», della campana, è più antica: ha oltre 100 anni, è coltivata a uve Barbera ed è protetta da un grande albero di noce che si innalza al centro.
Sei le etichette firmate Castagnero: Barbera d’Asti Lisandra, Barbera d’Asti superiore Irma, Grignolino d’Asti Gavrel, Piemonte Cortese Iato, Cortese Spumante Bullae e Marghibu rosato.

Azienda Agricola Silvia Castagnero – Agliano Terme – www.vinicastagnero.it



Lascia un commento

Importante

Questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza periodicità, non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet, e pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo qui per la rimozione.
Il materiale pubblicato in questo sito è per la maggior parte protetto da copyright.